La residenza sanitaria  assistenziale San Lorenzo nasce nel 2001 dalla vocazione e dall’esperienza del Consorzio Zenit nel settore dei servizi alla persona.

La struttura, dotata di 60 posti letto, fornisce accoglienza, prestazioni sanitarie, assistenziali e riabilitative a persone non più autosufficienti  nel rispetto della peculiarità delle singole problematiche.

La R.S.A. è situata in Firenze (zona sud), via del Guarlone n° 28, nel quartiere 2 della città. La struttura è accessibile con i mezzi pubblici mediante:

linea autobus n.14, con fermata in via Aretina, parallela a via del Guarlone.

linea autobus n 20 con capolinea in Via Comparetti a 200 mt dalla struttura.

La struttura è facilmente raggiungibile anche da coloro che provengono dall’autostrada A1 essendo  situata nella zona prossima all’uscita autostradale di Firenze Sud.

Coloro che utilizzano il proprio mezzo possono usufruire di  parcheggio interno.

La residenza è suddivisa in tre reparti  e dispone di  posti letto destinati ad ospiti la cui non autosufficienza necessita di continua assistenza nelle attività di base. Parte di questi posti letto accoglie anziani affetti da malattia di Alzheimer ai quali è indispensabile offrire un’intensa assistenza accompagnata dal massimo sforzo nel recupero e nel mantenimento della funzionalità cognitiva.

 Le  camere, spaziose e confortevoli, sono disposte sui tre piani della struttura e in ognuno dei tre reparti sono presenti  ampi spazi comuni dove quotidianamente si svolge la vita di comunità e dove dalle ore 10.00 alle ore 19.00 è sempre possibile ricevere un familiare o una persona amica.

La possibilità di un orario ampio per le visite dei familiari mantiene il legame dell’anziano con il proprio ambiente, favorendone il mantenimento e il recupero delle autonomie residue. Oltre alle sale del soggiorno Tv sono presenti ampi spazi dedicati alle attività di animazione che si svolgono in residenza e che periodicamente vengono aggiornate (laboratorio “Taglia, scuci e ricuci”, laboratorio “Oggi cucino ieri”, il cineforum, le tombolate,…).

Ogni reparto dispone di ampia terrazza all’aperto con  affacci sulle colline fiorentine: la collocazione ad ogni piano di uno spazio esterno consente di organizzare momenti ricreativi nel verde anche per coloro che hanno maggiori difficoltà di trasferimento.

La struttura inoltre è dotata di palestre attrezzate in modo da consentire al personale fisioterapico l’attuazione dei progetti di riattivazione e di mantenimento funzionale degli ospiti secondo il progetto personalizzato di ogni assistito.

Gli ospiti della Rsa sono assistiti da Operatori addetti all’assistenza, da Fisioterapisti, da Infermieri e da Educatori professionali.

Il personale addetto all’assistenza e gli infermieri professionali sono presenti nell’arco delle 24 ore per la tutela della salute e del benessere di ciascun ospite.

Il personale fisioterapico e quello educativo, presenti dal lunedì al sabato,  offrono prestazioni di recupero funzionale e sociale con l’obiettivo di una riabilitazione globale (psico-motoria e sociale, di riattivazione e di mantenimento delle capacità residue cognitive e funzionali).

Nel caso di ospiti temporaneamente o stabilmente allettati è garantito un piano di prevenzione della sindrome da immobilizzazione.

Il Medico geriatra è in struttura due volte la settimana.

A ciascun ospite è garantita mensilmente la prestazione del podologo e quella del parrucchiere.

dalle ore 10,00 alle ore 19,00. Eventuali richieste particolari devono essere concordate con il Coordinatore.

La colazione e i pasti vengono distribuiti e assistiti alle ore 8,30, alle ore 12,00 e alle ore 18,00. Sono previsti momenti di intermezzo con merende e spuntini.

Orari anticipati e/o posticipati dei pasti per situazioni e diete particolari devono essere concordati con il personale infermieristico.

Gli orari della giornata e quelli di ricevimento delle varie figure professionali sono esposti in bacheca.

Le richieste di ammissione in forma privata alla Residenza vengono fatte direttamente dall’utente e/o dal familiare presso l’ufficio del coordinamento. Per accedere alla Rsa in convenzione è necessario attivare un percorso di valutazione dello stato di non-autosufficienza rivolgendosi al Punto Insieme di competenza e al proprio medico curante.

Presso la struttura è possibile ricevere informazioni per l’ammissione e ritirare la modulistica da compilare e l’elenco della documentazione da allegare al momento dell’inserimento. La scheda di richiesta di accesso deve essere compilata dal Medico curante del paziente o dal Medico del Presidio Ospedaliero da cui l’assistito viene trasferito. La modulistica, una volta compilata, deve essere riconsegnata unitamente al modulo di consenso all’utilizzo dei dati personali presso l’’ufficio della Rsa prima del giorno di ingresso in struttura.