RSA la Mimosa

p

Via Guglielmo Marconi, 24, – Campi Bisenzio – FI

055-8979401

CHI SIAMO

 

La RSA LA MIMOSA nasce nel 2000 con l’obiettivo di offrire un servizio incentrato sulla cura della relazione con l’ospite, anziano fragile o non autosufficiente e la sua famiglia. E’ dotata di 60 posti letto e fornisce accoglienza, prestazioni sanitarie, assistenziali e riabilitative. Nella residenza è attivo un nucleo specialistico per utenti affetti da malattia di Alzheimer e decadimento cognitivo ai quali offriamo un’intensa assistenza volta al mantenimento e al recupero delle autonomie residue.

L’ATTIVITA’ DI ASSISTENZA E DI RIABILITAZIONE

Gli ospiti della Rsa sono assistiti da Operatori addetti all’assistenza, da Fisioterapisti, da Infermieri e da Educatori professionali.

Il personale addetto all’assistenza e gli infermieri professionali sono presenti nell’arco delle 24 ore per la tutela della salute e del benessere di ciascun ospite.

Il personale fisioterapico e quello educativo, presenti dal lunedì al sabato,  offrono prestazioni di recupero funzionale e sociale con l’obiettivo di una riabilitazione globale (psico-motoria e sociale, di riattivazione e di mantenimento delle capacità residue cognitive e funzionali).

Nel caso di ospiti temporaneamente o stabilmente allettati è garantito un piano di prevenzione della sindrome da immobilizzazione.

Il Medico geriatra è in struttura una volta alla settimana offrendo la sua disponibilità non solo agli utenti, ma anche ai familiari che abbiano necessità di confrontarsi e di chiedere chiarimenti sui disagi e i problemi dei loro cari.

Il nostro obiettivo è sopra ogni altro quello di far sentire  “a casa” le persone che ci vengono affidate coivolgendo, ove possibile, i loro familiari nella consapevolezza che solo lavorando in sintonia si può offrire un soggiorno in struttura sereno superando gli inevitabili traumi che l’inserimento in RSA comporta sia per l’ospite che per la famiglia.

DESCRIZIONE DEGLI SPAZI

La residenza è suddivisa in due piani. Le camere, spaziose e confortevoli, sono per la maggior parte doppie, ognuna con il proprio bagno. Su ambedue i piani si trovano ampi soggiorni dove si svolge la vita di comunità. Inoltre la residenza è dotata di spazi esclusivamente dedicati alle attività di animazione come lettura del giornale, disegno, pittura, bricolage, cucina, cruciverba, tombola e laboratori specifici di stimolazione cognitiva.

Al piano primo il  reparto dispone di una grande terrazza all’aperto, mentre al piano terra è presente un giardinetto recintato al quale possono accedere anche gli ospiti del piano primo. La collocazione ad ogni piano di uno spazio esterno consente di organizzare momenti ricreativi all’aperto anche per coloro che hanno maggiori difficoltà motorie.

La struttura inoltre è dotata di palestra attrezzata per consentire ai fisioterapisti l’attuazione dei progetti di riattivazione e di mantenimento funzionale secondo il progetto personalizzato di ogni assistito.

Nel caso di ospiti temporaneamente o stabilmente allettati è garantito un piano di prevenzione della sindrome da immobilizzazione.

MODALITA’ DI ACCESSO

Le richieste di ammissione in forma privata alla Residenza vengono fatte direttamente dall’utente e/o dal familiare presso l’ufficio del coordinamento. Per accedere alla Rsa in convenzione è necessario attivare un percorso di valutazione dello stato di non-autosufficienza rivolgendosi al Punto Insieme di competenza e al proprio medico curante.

Presso la struttura è possibile ricevere informazioni per l’ammissione e ritirare la modulistica da compilare e l’elenco della documentazione da allegare al momento dell’inserimento. La scheda di richiesta di accesso deve essere compilata dal Medico curante del paziente o dal Medico del Presidio Ospedaliero da cui l’assistito viene trasferito. La modulistica, una volta compilata, deve essere riconsegnata unitamente al modulo di consenso all’utilizzo dei dati personali presso l’’ufficio della Rsa prima del giorno di ingresso in struttura.